Il 31 marzo e il 1 aprile a Roma nella sede di Luiss Enlabs, in Via Marsala 29 H si terrà la terza edizione italiana di Techfugees, iniziativa internazionale lanciata nel 2015 da Mike Butcher, direttore  di TechCrunch, con l’obiettivo di mettere in contatto il mondo tecnologico e quello delle Onlus al fine di trovare soluzioni alla crisi dei migranti in Europa.

La sfida di Techfugees Roma sarà quella di trovare modi innovativi di ingaggiare i millennials sui temi relativi ai migranti. Si lavorerà quindi su progetti che promuovano l’abbattimento di barriere culturali, il miglioramento del flusso di informazioni sia da i migranti che verso di loro, e iniziative di integrazione. L’evento sarà supportato dai suoi partner UNICEF Italia e Facebook.

UNICEF fornirà ai partecipanti un brief sulla crisi rifugiati e migranti per indicare le problematiche più urgenti in tema di integrazione e flusso delle informazioni. L’UNICEF lavora nei paesi di origine, transito e destinazione, proteggendo i bambini rifugiati e migranti in fuga da violenze e povertà, aiutandoli a ottenere un’istruzione e a soddisfare le proprie necessità di base.

Facebook metterà a disposizione tutta la gamma di strumenti presenti sulle proprie piattaforme dedicate agli sviluppatori.

 

Nell’ambito dell’iniziativa sono previsti due momenti pubblici aperti alla stampa, presso la sede di Luiss Enlabs, via Marsala 29 H:

 

Venerdì 31 marzo alle 17,30 con la partecipazione di Francesco Boccia, Presidente Commissione Bilancio – Camera dei Deputati, Benedetta Arese Lucini Techfugees Ambassador per l’Italia, Marina Calcagno e Lema Zekyra, Global Head of Chapters Techgfugees, Francesco Ambrogetti Direttore Fundraising e Marketing UNICEF Italia, in video James Cranwell-Ward, Innovation Specialist UNICEF Libano, Ziad Traboulsi, Engineering Lead, EMEA Partnership di Facebook, Paolo Picazio, Manager, Partner and Ecosystem Development SEMEA di Facebook.

 

Sabato 1 aprile alle 17,00 con Flavia Marzano, Assessore Roma semplice del Comune di Roma.

Gli organizzatori Techfugees Italia è guidato da Benedetta Arese Lucini, Marina Calcagno Baldini e Costanza Gallo. Dopo le edizioni di Roncade e di Torino, quella romana è la terza edizione dell’iniziativa in Italia e vede una grossa novità: la partecipazione di Codemotion come co-organizzatore. Codemotion è un hub che unisce developer e aziende. E’ la più grande conferenza tecnica in Italia e in Europa con un network internazionale di 40.000 developer, con speaker internazionali da tutto il mondo e tutte le principali realtà IT. Codemotion organizza, oltre alle conferenze, formazione specializzata per sviluppatori software, progetti di open innovation (es: hackathon) e ha creato Codemotion Kids, la prima scuola per robotica, elettronica e programmazione per bambini e bambine dai 7 ai 17 anni.

Come si svolge – L’hackathon si svolgerà nei giorni di venerdì 31 marzo e sabato 1 aprile nella sede di LUISS ENLABS, acceleratore di startup nato da una joint venture tra LVenture Group, holding di partecipazioni che investe in startup digitali, e l’Università LUISS, situata all’interno della stazione Termini. Venerdì sera, dopo una sessione di kick-off, saranno lanciate le sfide su cui lavorare e alcuni talk di ispirazione. I partecipanti avranno tutta la notte di venerdì e la giornata di sabato a disposizione per completare i progetti, che verranno presentati alla giuria nella serata di sabato.

 

Premi – La premiazione vede il contributo di Facebook che offre al progetto vincitore:

          Crediti da utilizzare come inserzioni pubblicitarie su Facebook

          un viaggio presso uno dei suoi uffici, a seconda della tecnologia e delle caratteristiche dell’idea sviluppata, in modo che i vincitori possano confrontarsi con un team di esperti Facebook per ottimizzare la visibilità del progetto e le varie interazioni con la piattaforma social

          l’accesso a FBStart, programma globale di Facebook che aiuta le startup a creare e far crescere la propria attività

 

L’obiettivo di Techfugees Italia infatti, è quello di dare avvio a veri e propri progetti imprenditoriali, che diano risposte concrete e durature a una delle emergenze sociali più sfidanti dell’epoca.

 

Sponsor – LUISS ENLABS ospiterà l’hackathon mettendo a disposizione il proprio hub dell’innovazione, uno spazio di aggregazione di 5000mq nell’ala storica della stazione Termini. Deliveroo sponsorizza l’iniziativa fornendo pranzo e cena a coloro che parteciperanno alla due giorni dell’ hackathon.

 

Chi puo’ partecipare – la sfida di #TechfugeesRoma è aperta a tutti: non occorre essere tecnici o professionisti, basta avere voglia di impegnarsi per 24 ore. Sono ammessi gruppi già formati o singoli, che verranno inseriti in gruppi multidisciplinari.

 

L’iscrizione è gratuita e sarà possibile a breve dal sito di Techfugees italia: https://techfugeesitalia.splashthat.com/

Pin It on Pinterest

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: